Follow by Email

martedì 22 settembre 2015

Cecilia Gatto Trocchi

Prima di leggere il mio post ci sono sei minuti di questo video di YouTube. Cecilia Gatto Trocchi spiega la massoneria (e poi muore)
Video importante perchè fa capire come i ricercatori che arrivano troppo vicini alla verità vengono ridicolizzati, screditati, minacciati...
Da notare il pavimento dello studio che ha un aspetto richiamante lo stile massonico, da notare il comportamento del conduttore che sembra quasi ridere delle affermazioni della dottoressa.
Da notare che dopo questo intervento la dottoressa "è stata suicidata".
La lettura del suo libro sta rafforzando le mie convinzioni più profonde su molte questioni, ma soprattutto sul fatto che tutti i fantomatici mastri spirituali che altro non fanno che personalizzare, saccheggiare e utilizzare a loro profitto delle dottrine antiche.
Dottrine che loro stessi in primis non comprendono a pieno, ma elargiscono a persone ignoranti in modo talmente persuasivo da metterli in condizioni di farli pendere dalle loro labbra.. gente di cultura media che sa solo come abbindolare gruppi di persone bisognose di trovare una ragione alla loro vita..
L'ego della gente è la leva per per tutto questo giro d'affari, che promette potere, fama e successo, che promette di essere in grado di distruggere chiunque impedisca l'ascesa personale... Riflettiamo...

Cecilia Gatto Trocchi fu docente di antropologia culturale presso l'Università degli studi di Chieti.
Ha compiuto ricerche sul campo in Africa, America Latina, India, Europa, dove ha analizzato con l'osservazione partecipante gruppi magici esoterici.
Diresse l'Osservatorio dei Fenomeni Magico-Simbolici presso la Cattedra di Antropologia culturale dell'Università di Chieti.
Dati del libro "Affare Magia"

"Le catastrofi culturali del Novecento, l'abbandono graduale ma costante delle religioni tradizionali, hanno creato un vuoto sociale in cui i maghi ed esoterici senza scrupoli organizzano culti dal vivace proselitismo che si configurano come centri psicologici "del potenziale umano". L'ingresso in una setta magica è presentato ai giovani come un dono prezioso, una possibilità sovrumana, in quanto permette di raggiungere 'poteri' di auto-guarigione, di purificazione, di potenza, di immortalità. Moltissimi ragazzi portatori di disagio interiore corrono a dissetarsi alle fonti impure della magia e dell'occultismo entrando in sette para-sataniche o esoteriche.
L'occultismo contemporaneo è il segno della regressione della coscienza che ha perduto la forza di pensare il mistero e contemporaneamente di accettare la realtà oggettiva: invece di di differenziare l'uno dall'altro, l'occultismo li mescola arbitrariamente.
Le rivelazioni spettacolari date dopo anni di percorso iniziatico noioso e melenso non vanno al di là della bizzarra poltiglia culturale in cui ogni storico delle religioni può rintracciare agevolmente le fonti anche senza illuminazioni particolari.
Occorre distinguere una grande miseria culturale dei moderni maestri di salvezza, dall'altra l'emergenza di effettive istanze psicologiche, etiche, sociali di coloro che seguono la magia o che fruiscono di prestazioni degli occultisti.
I gruppi a sfondo magico mostrano un bisogno di aggregazione... La moda della magia e dell'occultismo non è un relitto del passato ma uno dei valori dominanti del mondo presente e una grave ipoteca del futuro.
I vari gruppi propongono una antropologia alternativa, in cui l'uomo è visto come un essere privilegiato che ha un potenziale enorme di energia psichica che può usare a scopi magici (per avere tutto ciò che vuole).
Le dottrine esoteriche attuali presentano aspetti sincretici spesso incongrui, sintesi a volte arbitrarie di dottrine arcaiche a cui si mescolano innovazioni spesso superficiali. Le teorie e gli auctores più saccheggiati sono Platone e il neoplatonismo; lo gnosticismo (che già complesso da parte sua diventa un guazzabuglio spesso incomprensibile); l'ermetismo e la sua sintesi rinascimentale; la cabala, l'alchimia, l'astrologia, la mitologia di tutto il mondo.
Un cospicuo apporto alla magia contemporanea è dato, inoltre, dalle religioni orientali."
Tratto da "Affare Magia" di Cecilia Gatto Trocchi

Nessun commento:

Posta un commento