Follow by Email

lunedì 23 novembre 2015

Umberto I di Savoia e il suo "gemello"

Una curiosa storia ha per protagonista il monarca Umberto I di Savoia.
Il 28 luglio del 1900 al re, in visita a Monza, venne presentato un ristoratore che gli somigliava in ogni dettaglio.
Parlando con l'uomo il sovrano scoprì che non era solo una somiglianza fisica la loro: erano nati nella stessa data ed alla stessa ora, entrambi avevano sposato una donna di nome Margherita ed entrambi avevano avuto un figlio a cui era stato dato il nome Vittorio.
Come se ciò non bastasse l'uomo aveva aperto il suo ristorante il giorno in cui re Umberto era salito al trono.
Il monarca divertito da tutte queste coincidenze espresse la volontà di rivedere il ristoratore.
Ma il giorno dopo l'incontro il "gemello" di Umberto I, pulendo la sua pistola, perse la vita a causa di un proiettile partito accidentalmente dall'arma.
Il re informato dell'accaduto dalla polizia chiese di esser condotto a Monza per porgere le sue condoglianze alla vedova.
Ma anche quest'altra regale volontà dovette essere disattesa: il 29 luglio del 1900, mentre transitava per le strade di Monza con la sua carrozza aperta, re Umberto I venne colpito a morte dall'anarchico Gaetano Bresci, andando ad aggiungere così la data di morte alla lunga serie di eventi che lo legavano al proprietario del ristorante.
Tratto da "I misteri della storia" di Paolo Cortesi

Nessun commento:

Posta un commento