Follow by Email

domenica 3 aprile 2016

Mozart: la sua morte misteriosa

I nomi assegnati a Mozart:
-Joannes Chrysostomus, perchè nacque il 27 gennaio, giorno di San Giovanni Crisostomo;
-Wolfgangus (letteralmente: "camminare come un lupo"), nome del nonno materno.
-Theophilus, nome del padrino; il nome Amadeus è la traduzione latina (dal greco "colui che ama Dio" o "colui che è amato da Dio").
Wikipedia


Nel corso della storia vi sono state delle morti misteriose..
Una di queste è quella di Wolfgang Amadeus Mozart  (1756-1791), precoce genio della musica.
È ormai confermato il suo legame con la Massoneria, non tanto in seguito a una sua scelta, ma perché suo padre aveva aderito alla Loggia prima di lui: era un illuminato e un massone.
Pretese che suo figlio facesse parte della Loggia Zur Fürsicht di Salisburgo senza che egli stesso lo sapesse.
Quando lo scoprì, cercò di uscirne e fu allora che iniziò per lui un calvario che, nel giro di pochi anni, lo condusse alla morte.
Si è  spesso sospettato che dietro alla fine di Mozart vi fosse stato un altro musicista suo rivale,  Antonio Salieri (1750-1825), quando in verità e molto più probabilmente, vi erano i massoni e gli illuminati.
Egli si propose di creare un centro spirituale in contrapposizione a quello degli Illuminati.
Progetto chiamato Die Grotte.
Dopo aver lavorato a Il Flauto Magico, tutto precipitò.
Il libretto dell'opera era stato scritto da Emmanuel Schikaneder (1751-1812) e da un certo Gieseke, esperto di simbolismo esoterico, i quali avrebbero farcito il testo di verità massoniche esclusive, per mezzo delle quali Mozart "poté manifestare chiaramente le sue intenzioni genuine a tutti gli iniziati".
Fu allora che ricevette un'inquietante visita da parte di uno sconosciuto mascherato, il quale commissionò una messa da requiem, utile per un funerale.
Mozart non immaginava ancora che si trattasse del suo.
Da lì  a poco il musicista si ammalò.... i sintomi del suo male ci fanno pensare che Mozart sia stato avvelenato.
Il giorno prima della sua morte iniziò a soffrire di violente coliche accompagnati da urti di vomito.
Le mani e i piedi gli si gonfiarono. ...
Il barone Van Swieten appartenente alla stessa Loggia di Mozart promise alla moglie del musicista di occuparsi del funerale.
Ordinò che le spoglie fossero condotte su un carro funebre per i poveri a una fossa comune...
Nessuno presenziò al funerale.
Il luogo della sepoltura non venne segnato.
"Le cause di tutto ciò  sono da ricercarsi nelle segrete pratiche demoniache della magia nera, che erano ben note ai Massoni".
Si compì una specie di damnatio memoriae...
Anche se l'ingresso ufficiale di Mozart in seno alla Massoneria si ebbe solo nel 1784, già dal 1768 (13 anni) il giovane compositore fu introdotto nella Loggia del padre Leopold.
Mozart compose il Singspiel Bastien und Bastienne (KV 50) in onore di Franz Anton Mesmer (1734-1815), medico massone, legato agli Illuminati di Baviera e primo studioso di tecniche di mesmerismo ovvero d'ipnosi.
Mozart, fin da quegli anni, introdusse nelle sue opere elementi di matrice massonica, le infarcì di un sapere iniziatico ed esclusivo.
Fu anche questa la causa della sua fine.
Tratto da "La ricerca della Pietra Filosofale" di Giorgio Pastore
Web site:joepastore

Nessun commento:

Posta un commento