Follow by Email

domenica 28 agosto 2016

La città de L'Aquila


L'imperatore Federico II di Svezia  fece da ponte tra il Medio Oriente e l'Italia. 
Nel 1230, subito dopo la sua diplomatica crociata in Terra Santa, ordinò la fondazione della città de L'Aquila,  nell'odierno Abruzzo.
Solo nel 1939 la città  muterà il suo nome in L'Aquila.
Essa venne costruita, per volere imperiale, a immagine e somiglianza dell'omonima costellazione.
Dieci anni più tardi avrebbe dato inizio alla costruzione di Castel del Monte, un altro enigma.
Tra l'altro in provincia de L'Aquila sorge una città che porta proprio il medesimo nome del castello federiciano. L'antico borgo venne ribattezzato Castellum del Monte nel 1223, proprio durante l'impero di Federico II.
I Templari si pensa che abbiano nascosto il loro tesoro in diversi luoghi della penisola, dell'Europa, forse del mondo.
Uno di questi potrebbe essere la città de L'Aquila.
Essa sarebbe stata costruita sulla pianta di Gerusalemme.
Tuttavia il nord di quest'ultima corrisponderebbe al sud della prima.
Gli studiosi Ceccarelli,  Cautilli e Proclamato hanno trovato alcune interessanti similitudini tra L'Aquila e Gerusalemme, divise entrambe in quattro parti, entrambe fondate a poco più  di 700 mt di altezza,  entrambe legate al numero 99 (o 66 per Gerusalemme, se dovessimo invertirlo).
Questo è  il numero sacro della città abruzzese, che secondo la tradizione venne fondata a seguito dell'unione di 99 villaggi locali,  per volere imperiale.
Nella città troviamo un'importante fonte battesimale, chiamata delle 99 Cannelle, costruita nel 1272.
L'acqua sgorga dalla fontana fuoriuscendo dalla bocca di 99 volti, alcuni di essi mostruosi.
Le coordinate geografiche del centro dell'Aquila sono latitudine 42,21°, longitudine 13,23°.
La somma delle parti interne e dei decimali dà ancora 99.
La Chiesa cittadina di Santa Giusta sarebbe affine a Monte del Tempio.
Il Monte degli Ulivi invece sarebbe analogo alla basilica di Collemaggio, costruita tenendo conto delle stelle, come molti altri luoghi iniziatici.
La stessa citta de L'Aquila,  sarebbe stata realizzata a immagine e somiglianza dell'omonima costellazione.
Tratto da " La ricerca della pietra filosofale " di Giorgio Pastore

Nessun commento:

Posta un commento