Follow by Email

lunedì 18 giugno 2018

Testimonianze sul Triangolo delle Bermuda


-Un ufficiale della Marina così si espresse circa l'accaduto: 
"Sono letteralmente scomparsi come se fossero volati su Marte".
-La "Raifuku Maru" che prima di sparire lanciò il seguente messaggio: "Venite presto, è tremendo! Non possiamo fuggire".
-Un insolito numero di sparizioni si è concentrato intorno al giorno di Natale.
-Nel luglio 1969 furono ritrovate cinque imbarcazioni abbandonate.
A bordo tutto appariva in perfetto stato, ma non vi era nessuna traccia degli equipaggi.
-Settembre 1972 un'imbarcazione stava rientrando in porto dopo una gita.
"Le luci della barca si indebolirono, poi si estinsero del tutto, come se le batterie fossero state sottoposte a un consumo enorme.
La bussola era ormai fuori uso.
Le persone che si trovavano sull'imbarcazione videro una grande forma scura nell'aria che occultava le stelle, posta tra loro e Matheson Hammock, a due o tre km da verso ovest.
Mentre la osservavano scorsero una luce in movimento penetrare nella massa nera, restare in equilibrio e infine scomparire".
-Natale 1957 un peschereccio in rotta verso Freeport nelle Bahamas improvvisamente si trovò in balia di una forza ignota che gli impediva di avanzare spingendolo indietro di parecchi km.
"Il fenomeno continuò per diverse ore.
Il generatore si spense assieme alle luci e alla radio e la bussola incominciò a girare vorticosamente.
L'imbarcazione non era in grado di procedere e anche se il mare era calmo e il cielo si presentava limpido e trapunto di stelle, una zona posta di fronte alla loro rotta mostrava una macchia nera priva di stelle con un contorno regolare....
A un certo punto l'equipaggio notò tre luci, che si muovevano in fila indiana, entrare nella zona buia e dissolversi...
Poco dopo la chiazza scura svaní, le apparecchiature di bordo ripresero a funzionare regolarmente e la barca di diresse verso casa".
-Verso la fine del 1944 un aeroplano di una squadriglia composta da sette bombardieri fu travolto da un turbine inaspettato e violento.
Nel momento in cui il fenomeno si era manifestato il tempo era limpido e le stelle ben visibili, ciò nonostante il turbine aveva rovesciato l'aeroplano facendolo impennare con forza...
-...l'improvvisa e inaspettata "forza" stava trascinando sul fondo il peschereccio...lo videro colare a picco, come se un vortice l'avesse ghermita per trascinarla nella oscure e insidiose acque dell'oceano.
-Don Henry un lupo di mare rese nota la sua incredibile esperienza e riferì di una forza sconosciuta che nel 1966 tentò di impossessarsi del cavo da traino della sua imbarcazione; una forza a detta dell'uomo che sembrava dotata di un intelligenza propria.
Così descrisse i fatti di cui era stato testimone:
"La prima cosa che vidi fu la bussola che stava girando in senso orario... avevo l'impressione che l'acqua arrivasse da tutte le direzioni, l'orizzonte era scomparso e si era fuso con il cielo e con il mare....ben presto mi resi conto che una forza misteriosa si era impadronita delle nostre scorte energetiche.
Tutte le fonti elettriche cessarono di produrre energia....Il generatore di emergenza non rispondeva alle sollecitazioni.
Volevo allontanarmi in fretta da quella zona, ma invece di andare avanti sembrava che qualcosa cercasse di tirare indietro il rimorchiatore.
Riuscii ad andare avanti ed ebbi l'impressione di essere uscito da un banco di nebbia... tutto era avvolto in una densa nube fumosa che si era concentrata alle mie spalle, mentre tutto intorno la visibilità era perfetta...
In lontananza si distingueva una strana luce verdastra e lattiginosa che identicai con la forza oscura e intelligente che aveva tentato di inghiottirmi"
-Chuch Wakeley, pilota professionista... fu protagonista di un considerevole incidente, causato a suo dire da una forza o una presenza ignota che sembrò prendere temporaneamente possesso del suo aereo mentre era in volo tra Nassau e Fort Lauderdale...
"Cominciai a notare, una sorta di luccichio sulle ali... le ali avevano assunto un aspetto traslucido.
Apparivano di una tonalità verde pallido, mentre in realtà erano bianche brillanti.
Dopo cinque minuti il bagliore si fece più intenso, fino a divenire così abbagliante da non permettermi la lettura degli strumenti.
La bussola iniziò a girare lentamente ma costantemente...la strumentazione di bordo era come impazzita.
L'intento aeroplano divenne luminoso...il bagliore proveniva dall'apparecchio stesso.
...Le ali.... sembravano addirittura sfocate ...la luminosità era diventata così forte da impedire la visione delle stelle...
-Robert Durand 1° aprile 1963 Boing 707.
Quando il fenomeno si palesò la posizione dell'aeroplano era di 190° 54' latitudine nord e 660° 47' longitudine ovest...sopra la Fossa di Puerto Rico, uno dei canyon più profondi dell'oceano, un abisso che raggiunge quasi i 9000 metri...
Vide che l'oceano si stava sollevando originando un gran monte dalla forma arrotondata, apparentemente provocato da un'esplosione nucleare sottomarina.
Tale presunta esplosione aveva l'aspetto di un immenso cavolfiore nell'acqua....
L'immensa e torbida montagna di acqua raggiungeva un diametro che poteva oscillare tra gli 800 e i 1600 metri...
Tratto da Enigmi, misteri e leggende di ogni tempo" di Stefano Mayorca

Nessun commento:

Posta un commento