Follow by Email

lunedì 9 novembre 2015

Relazione tra le Colonne di Enoch e le Colonne del Tempio

È detto che le Colonne di Enoch, o di 'Seyidnâ Idris', com'è chiamato nella tradizione islamica, sono state da lui costruite con due diversi materiali l'uno resistente all'acqua e l'altro al fuoco; su ciascuna era stato inciso l'essenziale di tutte le scienze.
È detto che esse furono poste rispettivamente in Siria e in Etiopia, è che quella che aveva resistito all'acqua del Diluvio esiste ancora in Siria.
Infatti la Siria è  qui messa in rapporto con il Nord, in connessione con l'acqua, è l'Etiopia col Sud, in connessione col fuoco; ciò giustifica dunque pienamente la relazione stabilita fra queste Colonne di Enoch e quelle del Tempio.
Ovunque si trovino due colonne, esse avranno in comune un significato generale 'binario', che si tratti delle Colonne di Salomone, di Enoch, d'Ercole, etc.
Si può  ugualmente sottolineare che la Siria e l'Etiopia, nella tradizione già citata non si identificano affatto necessariamente con i Paesi attualmente conosciuti con questi nomi, perché in realtà esse hanno anche un significato simbolico e nascosto: in ogni caso, le Colonne di Enoch rappresentano due centri spirituali ed iniziatici ai quali è  stato confidato il deposito della conoscenza primordiale, al fine di preservarla nel corso delle epoche successive.
Tratto da "La Tradizione e le tradizioni" di R. Guènon

Nessun commento:

Posta un commento