Follow by Email

venerdì 22 aprile 2016

Il Potere Occulto e i Superiori Sconosciuti


Questo problema così complesso e così controverso, del Potere Occulto, sul quale l'ultima parola non è stata detta e forse non lo sarà per lungo tempo ancora, il che non è affatto una ragione per disperare di veder far luce.
È necessario dire che esistono dei "poteri occulti" di ordini differenti,  esercitando la loro azione in domini ben distinti, attraverso mezzi appropriati ai loro fini rispettivi, e ciascuno dei quali può avere i suoi Superiori Sconosciuti.
Così come un "potere occulto" d'ordine politico o finanziario non dovrebbe essere confuso con un "poter e occulto" d'ordine puramente  iniziatico, ed è  facile comprendere che i capi di quest'ultimo non si interessano affatto alle questioni politiche e sociali in quanto tali: essi potranno addirittura avere una mediocre considerazione di coloro che si consacrano a questo genere di attività.
Un massone attivo non sarebbe che un agente per i Superiori Sconosciuti che si servono di lui.
Si può  altrettanto dirlo di uomini politici che si trovano pressoché nella stessa situazione.
I Superiori Sconosciuti di qualunque ordine essi siano, e quale sia il dominio nel quale essi vogliano agire, non cercheranno mai di creare dei "movimenti" , secondo un'espressione che oggi è  molto alla moda: essi creano solamente degli "stati d'animo", il che è assai più efficace, ma forse un po' meno alla portata di tutti.
La mentalità degli individui e delle collettività può essere modificata da un insieme sistematico di suggestioni appropriate; in fondo, la stessa istruzione non è altra cosa che questo, non vi è in ciò  alcun "occultismo".
Una simile facoltà di suggestione può essere esercitata, a tutti i gradi e in tutti i domini, da uomini "in carne ed ossa".
Questo potere di suggestione non è dovuto che allo sviluppo di certe facoltà speciali; quando esso si applica solo al dominio sociale e si esercita sull'"opinione", è soprattutto questione di psicologia: uno "stato d'animo" determinato richiede delle condizioni favorevoli per stabilirsi e bisogna sapere, o approfittare di queste  condizioni se esse esistono già, o provocante da sé stessi la realizzazione.
Modificare la realtà collettiva che si chiama l'"opinione" è  un lavoro di tal genere che venne effettuato nel cordo del XVIII secolo e che condusse alla Rivoluzione, e, quando questa scoppiò, i Superiori Sconosciuti non ebbero più bisogno di intervenire, l'azione dei loro agenti subalterni era pienamente sufficiente.
"È molto importante illuminare la gente sulla questione massonica e su quel che vi si nasconde"
Copin-Albancelli
La massoneria di tutte queste sette è  la più generalmente conosciuta e la più facilmente osservabile.
Fra le organizzazioni sovrapposte alla massoneria ordinaria non vi sono che i sistemi di alti gradi; vi sono anche nelle sette che non fanno parte per della massoneria benché reclutino esclusivamente fra i membri di quest'ultima.
Tratto da "La tradizione e le tradizioni" di R. Guènon

Nessun commento:

Posta un commento