Follow by Email

lunedì 14 novembre 2016

La maledizione dell'anno Zero negli Stati Uniti d'America


A partire dal 1840 tutti i presidenti degli Stati Uniti eletti o rieletti in un anno che finisce con lo zero hanno avuto un tragico destino o sono morti prima della scadenza del mandato; oppure l'hanno portato a termine, ma poi si sono ripresentati, hanno vinto e sono morti poco dopo essersi reinsediati: William Harison, eletto nel 1840, morto nel marzo del 1841.
Abraham Lincoln, eletto nel 1860, rieletto nel 1864, assassinato il 15 aprile 1865.
James Garfield, eletto nel 1880, assassinato nel 1881.
William McKinley, rieletto nel 1900, assassinato nel 1901.
Warren Harding, eletto nel 1920, morto nel 1923 , un anno prima della scadenza del mandato.
Franklin D. Roosevelt, rieletto nel 1940, nuovamente rieletto nel 1944, morto nell'aprile 1945.
John F.Kennedy, eletto nel 1960, assassinato il 22 novembre 1963, a un anno dalla scadenza del mandato.
La maledizione, che tra l'altro ha colpito tutti i presidenti americani per mano omicida, dovrebbe minacciare anche Ronald Reagan, ottavo presidente eletto in un annk zero, cioè 1980, e già scampato a un attentato (quello del 1981 nel quale rimase ferito).
Anche per le maledizioni arriva sempre una prima volta che rompe le regole.
È interessante notare che una sequela di coincidenze ha prodotto una situazione nella quale viene supposta l'esistenza di una regola...
La maledizione ha sfiorato Reagan nell'ottobre 1983, un attentatore giunge a pochi metri da lui nonostante tutte le misure di sicurezza e poche ore dopo la tragedia evitata al presidente coinvolge la sua spedizione nel Libano, quando un camion di guerriglieri islamici fa saltare il comando dei marines  a Beirut (23 ottobre, 241 morti).
...Reagan, trionfalmente rieletto nel 1984, passa alla storia come l'uomo che ha ridato agli StatiUniti fiducia e ottimismo dopo il Vietnam e il Watergate.
Tratto da "Le coincidenze significative" di Giorgio Galli

Nessun commento:

Posta un commento