Follow by Email

mercoledì 21 dicembre 2016

Le 18 Rune originarie del "Runatàls-thattr-Odhins" dalla 1 alla 9

1: fa, feh, feo = incendio [Feuerzeugung], bestiame [Vieh], proprietà  [Besitz], crescere [wachsen], vagare [wandern], distruggere  [fetente, feste - vernichten]
Aiuto si chiama il primo, e ti aiuterà  nei dolori, nelle pene e in ogni calamità.
La parola radicale 'fa', che in questa runs è simbolo della parola primordiale, è il principio del crescere, essere (fare, lavorare, regolare) e del "morire per rinascere" e quindi della transitorietà di tutta l'esistenza e perciò della stabilità dell'Ego nella continua trasformazione.
Il vero sapere esiste solo per l'evoluzione del futuro, mentre solo lo sciocco si lamenta della decadenza:
"Produci la tua buona sorte e l'avrai"

2: ur = Ur (primordiale), eternità [Urewigkeit], fuoco originario [Urfeuer], luce originaria  [Urlicht], toro primitivo [Urzeugung] (generazione primitiva), uro (Bos primigenius), resurrezione  [Urstaend] (vita dopo la morte).
Un altro ne conosco che è utile per gli uomini che vogliono essere medici.
La base di tutte queste manifestazioni è l'"Ur".
Chiunque sia in grado di riconoscere la causa [Ursache = 'cosa originaria' ] di un evento, per lui il fenomeno stesso non sembra un puzzle insolubile - che sia fortunato o sfortunato - e quindi è in grado di contrastare la sfortuna o aumentare la fortuna, ma anche di riconoscere il falso male e la falsa fortuna. Perciò: "Conosci te stesso e conoscerai tutto"

3: thorr, thurs, thorn = Thorr  [tuono, lampo, saetta], spina [Dorn]
Un terzo ne conosco: se ho gran bisogno di difendermi dal mio nemico ottundo la lama del mio avversario, così che non taglino le sue armi.
La 'spina della morte' è quella che Wuotan usa per indurre il sonno mortale in Brunilde, la valkiria disobbediente, ma opposta a questa è la 'spina della vita' (fallo), con cui la morte è sconfitta dalla rinascita.
Questo segno minaccioso sicuramente smussa l'arma che si oppone a colui che va incontro alla morte, attraverso un continuo rinnovamento della vita nella rinascita.
Quindi: "Conserva il tuo ego"

4: os, as, ask, ast = Ase (uno degli Asi), bocca; crescente [Entsehung], frassino [Esche], cenere [Asche]
Un quarto ne conosco: se serrano con catene le mie membra, io canto in modo da poter fuggire; scattano via i ceppi sai piedi, e i legami dalle mie mani.
La bocca, la potenza della parola!
Il potere spirituale che si manifesta attraverso la parola (potere di suggestione) frantuma i limiti della materia e rende liberi, conquista i conquistatori, che si avvantaggiano solo nella forza fisica e distrugge la tirannia.
Per cui: "La tua forza spirituale ti rende libero"


5: rit,  reith, rath, ruoth, Rita [ruota cosmica], magistrato [Rath], rosso [Roth], ruota [Rad], truppa [rott], destra o dritto [Recht] ecc...
Un quinto ne conosco: se vedo volare un dardo, scagliato dal nemico, verso la mia schiera, non volerà così forte, che io non lo possa trattenere, purché con i miei occhi lo veda.
Le tre volte santa "Rita", la "Ruota Solare", lo stesso "Urfyr" ( fuoco primordiale, Dio).
L'aumentata consapevolezza introspettiva  [Innerlichkeitsgefuehl] degli Ariani era la coscienza della loro divinità, perché introspezione significa "essere con sé stessi" ed essere con sé stessi significa essere con Dio.
Quanto meno una persona è introspettiva, tanto più la sua vita diventa superficiale.
"Ciò in cui credo è ciò che conosco e quindi lo vivo".
Così l'interiorità divina spiega il disdegno della morte e  l'illimitata fede in Dio e nel Sé, che si esprime gloriosamente nella "Rita" (ordine o legge cosmica) che ha come simbolico segno - parola la quinta runa.
Questa runa perciò dice: "Io sono la mia legge, questa legge è indistruttibile e quindi io stesso sono indistruttibile, perché io sono la mia legge"

6: ka, kaun, kan, kuna, Kiel  [chiglia], kon, ardito [Kuehn], niente [kein] ecc ..
Un sesto ne conosco: se qualcuno mi tormenta con le radici di un albero, costui, che mi ha eccitato l'ira, il male lo roderà in vece mia.
L'albero cosmico Yggdrasil rappresenta in senso stretto l'albero tribale ario, di fianco al quale gli alberi tribali delle razze straniere sono visti come "piante estranee".
Il significato runico "kaun", "kunna" mostra il principio femminile nel Tutto in senso puramente sessuale.
La tribù, la razza, deve essere mantenuta pura; non deve essere alterata dalle radici di un albero straniero  (fallo).
Se tuttavia ciò dovesse accadere, è di scarso vantaggio per la pianta straniera", perché il suo "germoglio straniero" crescerà per diventare il suo violento nemico.
Quindi: "Il tuo sangue, il tuo bene prezioso"

7: hagal = contenere il Tutto, rinchiudere; grandine [Hagel], distruggere.
Un settimo ne conosco: se vedo una casa bruciare al di sopra di chi ci abita, non arderà tanto che io non la possa salvare; io so cantare quel canto.
Hagal! Consapevolezza interiore, coscienza di portare il proprio Dio con tutte le sue qualità in se stessi, produce una forte autostima nel potere delle spirito personale che conferisce potere magico, potere magico che è presente in tutte le persone, un potere che può convincere uno spirito forte a credere in esso senza alcun dubbio.
Cristo, che fu una di queste rare persone - Wotan - disse "In verità, in verità vi dico, se qualcuno dicesse a questa pietra: spostati - e lo credesse veramente - allora questa si leverebbe e volerebbe fino al mare"
Generato da questa consapevolezza senza dubbi, il prescelto controlla i livelli materiale e spirituale, da lui compresi completamente e quindi si sente onnipotente.
Quindi: "Accogli il Tutto in te, controllerai il Tutto"

8: nauth, noth  (Not=necessità), Norna, obbligo del destino.
Un ottavo ne conosco; che è per tutti utile ad apprendere: dove l'odio cresce tra i figli di un principe, io in breve lo posso placare.
"La runa della necessità fiorisce sull'unghia della Norna".
Questa non è il "bisogno" inteso nel senso moderno della parola, ma piuttosto la "forza del destino" - ciò che le Norne decidono in accordo alla legge primordiale.
Con questa si può capire la causalità fisica di tutti i fenomeni.
Chiunque sia capace di comprendere subito la causa primitiva di un fenomeno e chiunque abbia la conoscenza delle regole dell'evoluzione della materia e i fenomeni naturali che ne derivano, è  anche in grado di valutare le loro conseguenze non appena queste iniziano a manifestarsi.
Perciò domina la conoscenza del futuro e comprende anche come comporre tutte le discordie attraverso "l'incanalamento della chiaramente nota via del destino".
Quindi: "Usa il tuo destino, non opporti ad esso"

9: is, ghiaccio  [Eis], ferro  [Eisen].
Un nono ne conosco: se mi spinge la necessità di salvare in mare la mia nave, io posso acquetare il vento sui flutti e calmare le acque.
Attraverso la "indubbia coscienza del proprio potere spirituale" le onde vengono legate -"congelate" - indurite come il ghiaccio.
Ma non solo le onde [Wellen] (simbolo della volontà [Wille]), tutte le vite obbediscono alla volontà irresistibile e innumerevoli esempi della "Agishield" di Wuotan, così come la testa della Medusa ad Atene.
La moderna ipnosi, il potere ipnotico della forza do volontà dello spirito simboleggiato dalla nona runa;
Quindi: "Sviluppa il potere su te stesso e avrai potere su tutte le cose del mondo spirituale e fisico che si leveranno contro di te"
....continua...
Tratto da " Il segreto delle rune" di Guido von List









Nessun commento:

Posta un commento