Follow by Email

venerdì 20 gennaio 2017

Simboli: lo scettro, la mano e il cappello

-Lo scettro 
Un geroglifico molto usato è quello dello scettro (sta - fa =immobile fermo) della nascita perenne, cioè della vita che si rinnova continuamente.
Nelle mani del giudice è lo scettro della saggezza - il bastone guida che governa la legge - e quindi è di colore bianco perché il bianco (wit, wyd) è il colore della legge.
Mentre lo scettro rosso nel tribunale penale è lo scettro della giustizia, perché il rosso significa giustizia (ruoth) [Recht].
E per questo motivo che il boia veste di rosso.
Per il condannato lo scettro è spezzato, cioè è interrotta la vita, così come lui ha spezzato la giustizia e quindi si dice 'ha infranto la legge'.
Lo scettro del re è d'oro.
L'oro come metallo grezzo indica i discendenti; il re preserva la giustizia vivente per il futuro.
Il  bastone reale è chiamato scettro che nella forma 'scipan' o 'scepan' significa distributore di giustizia.
Il bastone del  vescovo e chiamato 'bastone ricurvo'.
Essere piegato, curvato o girato significa una vita invertita, cioè 'il mio regno non è di questo mondo'; secondo questo geroglifico il vescovo non dovrebbe avere potere nella giustizia secolare.
Nella lotta per le investiture tuttavia fu deciso altrimenti.
-La mano

La mano è il segno della proprietà ma anche della libertà personale.
Solo l'uomo libero ha il potere di gestire 'di  sua mano'.
Solo colui, in quanto 'vero possidente' può 'prendere qualcosa di sua mano'.
Da questa idea sono derivate le espressioni 'promette con la bocca e con la mano'
Il magistrato votava con la 'mano sinistra'
I Grandi Elettori alla Dieta Imperiale deliberavano con la mano destra.
La mano con la spada è il segno geroglifico di giurisdizione indicando la 'censura suprema' o la più alta giurisdizione.
La mano guantata indica la giurisdizione protettiva, il tribunale civile.
Una mano insanguinata perde l'eredità cioè chiunque si sia sporcato le mani con sangue umano perderà i suoi diritti ereditari.
-Il cappello 
Il cappello [der Hut, masch.] era il geroglifico della protezione e nel suo sviluppo indica il signore della giustizia.
Ovviamente significa riparo [die Hut, femm.] e guardiano  [die Hütung].
Il cappello sul palo [Gesslers Hut] è  segno della sovranità.
Piantare il bastone da passeggio  (bastone=vita) e appendervi il cappello su di esso è il simbolo della presa di possesso per diritto.
Tratto da " Il segreto delle rune " di Guido von List

Nessun commento:

Posta un commento