Follow by Email

venerdì 30 giugno 2017

Chiesa di San Silvestro a Tivoli

La chiesa è dedicata a San Silvestro, il papa leggendario legato al celebre episodio storico della donazione di Costantino, incaricato di trasformare le principali basiliche pagane in monumenti cristiani.
Secondo la tradizione questa chiesa è una delle tante fatte edificare a Tivoi da papa Simplicio (468-483).
Inizialmente era costituita da tre navate, con due file di 12 colonne di marmo cipollino, nel XVII sec. fu ridotta a una sola navata per motivi urbanistici con la sostituzione delle colonne con un muro e con l'abbattimento della navata sinistra, per allargare Via del Colle, e della navata destra per ampliare la Casa Parrocchiale.
Nel 1767 il parroco Nicolai vendette le 12 colonne al cardinale Alessandro Albani, ricavandone 265 scudi.
Nell'arco trionfale è situata la scena della glorificazione: Cristo benedicente campeggia dentro un'aureola con ai lati i 4 evangelisti, i 7 candelabri ed i 24 seniori dell'Apocalisse che offrono calici d'oro, simbolo delle preci dei giusti.
Nel catino dell'abside è situata l'apparizione del Cristo sulla cui testa Dio regge una corona.
Il Salvatore è ritratto in atto di alzare la mano destra verso Paolo mentre con la sinistra dà a Pietro il rotolo della legge.
La scena paesaggistica raffigura una riva del Giordano (simbolicamente ad indicare anche la famiglia tiburtina a cui apparteneva S.Simplicio, i Giordani), è stata riportata alla luce nel 1911 durante alcuni lavori di restauro e collocabile in un ambito cronologico che va dalla fine del XII sec agli inizi del successivo. 
La figura di Cristo è racchiusa tra due palme su una delle quali è posata una fenice, simbolo di risurrezione.
Nell'abside ci sono tre cicli di affreschi:
Nel primo sono ritratti 12 agnelli (gli apostoli) che divisi in due schiere si dirigono verso il sanguinante Agnello divino, posto al centro dell'affresco.
Nel secondo ciclo compare la Vergine su un trono con il Bimbo benedicente, ai due lati ci sono S.Giovanni Battista e S.Giovanni Evangelista.
Nel terzo ciclo sono rappresentate scene della vita di San Silvestro papa, in particolare 4 episodi; Costantino che ordina la strage, il battesimo di Costantino (gesto che simboleggia la sottomissione dell'imperatore al papa e quindi al cristianesimo), la Discussione teologica con gli ebrei e la vittoria sul drago.
Fonte "www.Tibursuperbum.it"


Nessun commento:

Posta un commento